Facebook Instagram YouTube

Da bambino mi piaceva tanto zappare la terra

E’ vero…

Chiedetelo ai miei genitori.

Non vedevo l’ora di andare in campagna a casa di mia zia Elia e armato di una zappa arrugginita fare buche nell’orto.

Che nostalgia. Quante buche ho fatto.

Devo essere sincero, nella mia vita ho provato tante attività.

Da ragazzo, a cavallo tra gli anni ’90 – 2000, gareggiavo con le minimoto. Erano i tempi d’oro, Valentino Rossi stava diventando una leggenda e pilotini come Dovizioso e Simoncelli riuscivano a doppiarmi anche due volte in una gara.

Mi dava gusto lo stesso. Volevo fare il pilota? No! Lo facevo per divertimento, per passare delle belle giornate in compagnia di mio padre in giro per l’Italia. Ma non era il mio sogno.

Ho frequentato una scuola di fumetti a Firenze per tre anni. Il disegno è sempre stata la mia grande passione ma volevo fare il fumettista? No! Adesso lo posso dire. Non è mai stato il mio vero obiettivo.

Amo (come tutti) la musica. Non ho mai preteso di diventare un musicista anche se ho provato a suonare la chitarra… che gran sega tutti quegli esercizi! Non faceva per me…

Karate, nuoto, snowboard, go-kart, PitBike, teatro, basket, pittura e tante tante altre cose divertenti.

PERO’… nessuna di queste è mai riuscita a prendermi così tanto da non farmi pensare ad altro. Di farmi svegliare la mattina con la voglia di fare solo quello.

Poi.

Dopo tanto allenamento. Tracciai la mia prima linea con una macchinetta da tatuaggio su me stesso.

Eccola quella sensazione. La voglia di non fare altro che tatuaggi.

Ho avuto culo devo ammetterlo. Una serie di circostanze fortuite mi hanno portato a fare questo mestiere.

ANCHE SE…!!! Il piacere della zappa non è mai stato eguagliato da nessun’altra cosa. Come si dice, mani e braccia rubate all’agricoltura.

Ma voglio promettere una cosa al bambino che sono stato.

Acquisterò una casetta in campagna con un piccolo orticello e tutte le sere, dopo il lavoro, combatterò lo stress a colpi di zappa.

Non lo farò mai ma voglio crederci. Sognare quella casa in mezzo al verde.

E voi? Qual’è la cosa che da bambini vi piaceva fare più di ogni altra cosa?

Rispondete dentro di voi (dato che non c’è la sezione commenti) e se non siete riusciti a farlo nella vita, sognatelo, che alla fine da tanto, tanto gusto.

Un saluto dal vostro amico Teo.

Commento su “Da bambino mi piaceva tanto zappare la terra

  1. Su richiesta ho inserito la sezione commenti.
    Scrivete pure quello che volevate fare da bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *