Facebook Instagram YouTube

Telefona tra 20 anni e chiedimi se faremo ancora i tatuaggi!

Che il tatuaggio è una moda lo sappiamo. Con questo articolo non voglio di certo inventare la ruota, o scoprire l’acqua calda…Ma oggi, parlando con una cliente, mi sono proprio chiesto questa cosa… Chissà se i nostri figli, tra 20 anni, saranno ancora così accaniti con i tatuaggi…

Oggi i giovani lo sono… 20 anni ma anche prima… anche i minorenni non vedono l’ora di tatuarsi… Ma anche i più vecchi!!!

Certo… va di moda… siamo tutti scarabocchiati! Ma come sarà l’evoluzione dei tattoo?

Ho scoperto da poco che in Corea del sud fare il tatuatore è illegale! Pensate! Non è illegale avere tatuaggi ma non puoi fare il tatuatore… E se i politici italiani, quei caconi dei politici italiani vietassero i tatuaggi? Sai che spettacolo!!! Secondo me potrebbe essere la volta buona che la gente s’incazza per davvero… peggio di quando ci siamo incazzati per le buste della frutta… facciamo la rivoluzione per i tatuaggi! Non la facciamo per il peso fiscale al 70% ma la faremo per i tatuaggi illegali… QUINDI, siccome i politici fanno schifo ma non sono stupidi, non li vieteranno mai…

Quindi vediamo in quale altro modo, tra vent’anni, potrebbe passare la moda dei tatuaggi…

Potrebbe passare perchè il tatuaggio dopo un po’ diventa bruttarello? Questa è una cosa fisiologica… il tatuaggio dopo un po’ s’invecchia, come s’invecchia la pelle effettivamente s’invecchia anche il tatuaggio e tra vent’anni tutti i giovani d’oggi, ormai quarantenni, avranno tatuaggi “vissuti” (che è proprio il bello del tatuaggio) e magari la generazione dei 2020 non accetteranno questa cosa… magari perchè più andiamo avanti e più l’essere umano dovrà essere perfetto, pieno di muscoli e senza un filo di grasso o il minimo accenno di cellulite…bo! Magari la perfezione fisica non accetterà più il tatuaggio “vissuto” quindi passerà di moda… Quest’ipotesi mi sembra già più plausibile… che ne dite?

Un altro motivo potrebbe essere la consapevolezza che tatuarsi tanto per tatuarsi, senza un vero significato dietro, non è tanto giusto… Oppure il tatuaggio sarà così sdoganato che il puro tatuaggio estetico diventerà all’ordine del giorno! Quindi no… forse tra venti anni ci tatueremo solo per avere un’opera d’arte sulla pelle, senza essere giudicato dai più vecchi, che oramai saranno tutti tatuati…

Magari avranno inventato un modo per cancellare i tatuaggi in pochi minuti… tipo una crema… questa cosa potrebbe eliminare il fascino del permanente, facendo diventare il tatuaggio una barzelletta…

Tatuaggi fatti in casa grazie ad un aggeggio tecnologico? Tipo una stampante Tattoo? Potrebbe far passare la voglia?? Bo!!!

Facciamo che ci risentiamo tra vent’anni, io adesso non so cosa dirvi…

(scherzo ci sentiamo venerdì con un nuovo articolo).

Ciao amici!!!

Commento su “Telefona tra 20 anni e chiedimi se faremo ancora i tatuaggi!

  1. Che dirti amico mio? Quando intervistavo i “personaggi” su fil rouge avevo sempre un’ultima domanda: “dove ti vedi da qui a vent’anni?”. Ecco, a parte Gianluca Grignani, nessuno mi ha risposto con sincerità. Forse perché sono poche le persone che amano la vita che fanno. E, magari, scelgono lavoro, famiglia o amici come fossero una moda. Il tuo spunto è interessante, difficile da tatuare ma semplice da comprendere, intuire… Rimane il fatto che, secondo me, un tatuaggio è come una canzone che hai in mente. Se la vivi dentro le corde dell’anima, sarà per sempre tua. E poi, ogni volta che l’ascolterai, ti innamorerai nuovamente di lei. Come un tatuaggio che non è un moda, come qualcosa che ti appartiene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *